domenica 20 maggio 2018

GDL "Annientamento" Jeff Vandermeer ~
Inizio prima tappa

Buon pomeriggio lettori e buona domenica, siete carichi per cominciare questa nuova avventura insieme? Siete già riusciti a procurarvi il romanzo? Personalmente io ho ordinato il volume che racchiude l'intera trilogia qualche giorno fa e dovrebbe arrivarmi a breve. Non vedo l'ora di iniziare!
Ricordo a tutti che le iscrizioni rimarranno aperte fino a questo giovedì, dunque se qualcun'altro volesse unirsi a noi, è ancora in tempo per farlo.
Adesso però, veniamo a noi: siete curiosi di scoprire qualcosa di più sull'autore e sul film e di leggere insieme le prime righe del romanzo? Si parte!

Jeff Vandermeer
Jeff Vandermeer (Bellefonte, Pennsylvania - USA, 7 luglio 1968) è uno scrittore statunitense che vive in Florida con la moglie, noto anche per essere stato il primo a dare una definizione ufficiale al new weird, un sottogenere della narrativa fantastica, che si è sviluppato a partire dagli anni '90, che mescola fantasy e fantascienza.
Quando era poco più che ventenne, Vandermer è rimasto folgorato e affascinato dal romanzo di Angela Carter Le infernali macchine del desiderio, che lo ha molto segnato e influenzato.
Vandermeer ha pubblicato numerosi romanzi, collezioni di racconti e antologie, ha vinto tre World Fantasy Awards, un Nebula Award e uno Shirley Jackson Award (entrambi proprio per Annientamento) ed è stato finalista anche per altri prestigiosi premi, come lo Hugo Award.
La Trilogia dell'Area X è stata pubblicata in Italia da Einaudi nel 2015. L'omonimo film è stato distruibito nei cinema statunitensi e cinesi a febbraio di quest'anno, e successivamente in tutti gli altri paesi da Netxflix, in marzo.

Annientamento: L'incipit
Di seguito, trovate l'incipit del romanzo. Poche righe, che però sono già capaci di incuriosire il lettore e di portarlo direttamente nel vivo della vicenda.

La torre, che in teoria non doveva esserci, affonda nel terreno in un punto appena prima che la foresta di pini neri faccia strada alla palude e poi ai canneti e agli alberi contorti delle pianure salmastre. Dietro le pianure salmastre e i canali naturali c’è l’oceano e, un po’ piú in là sulla costa, un faro abbandonato. Tutta questa zona del paese è disabitata da decenni, per motivi non facili da raccontare. La nostra spedizione era la prima a entrare nell’Area X da oltre due anni e l’equipaggiamento di chi ci aveva preceduto era in gran parte arrugginito, le tende e i capannoni ridotti a poco piú che gusci. Guardando quel paesaggio imperturbato, non credo che qualcuna di noi riuscisse già a vedere la minaccia.
Eravamo in quattro: una biologa, un’antropologa, una topografa e una psicologa. Io ero la biologa. Stavolta eravamo tutte donne, scelte come parte del complesso insieme di variabili che governava l’invio delle spedizioni. La psicologa, che aveva qualche anno piú di noi, fungeva da comandante. Ci aveva messo tutte sotto ipnosi per attraversare il confine, di modo che restassimo calme. Una volta attraversato il confine, ci vollero quattro giorni di dura marcia per raggiungere la costa.
La nostra missione era semplice: continuare l’indagine governativa sui misteri dell’Area X, muovendo lentamente in avanscoperta dal campo base.
La spedizione poteva durare giorni, mesi, perfino anni, a seconda di vari stimoli e condizioni. Avevamo viveri per sei mesi, mentre al campo base ne erano già stati immagazzinati per altri due anni. Ci avevano anche assicurato che potevamo nutrirci con i prodotti della terra, in caso di necessità. Avevamo solo cibi affumicati, in scatola o confezionati. Il nostro strumento piú esotico consisteva in un rilevatore che ognuna di noi aveva ricevuto in dotazione e portava appeso a un passante della cintura: un rettangolino metallico nero, con al centro un foro coperto da un vetro. Se il foro si fosse illuminato di rosso, avevamo trenta minuti per riparare in «un luogo sicuro». Non ci avevano detto che cosa rilevasse quell’aggeggio, né perché ci fosse da aver paura se si fosse illuminato di rosso. Passate le prime ore, mi ci ero talmente abituata che non lo avevo piú guardato. Orologi e bussole ci erano stati vietati.

Annientamento: Il film
I diritti cinematografici per Annientamento sono stati acquistati da Nexflix già nell'anno 2013. Alex Garland, regista di Ex machina e sceneggiatore e produttore esecutivo di Non lasciarmi è stato ingaggiato per occuparsi della regia l'anno successivo. Garland ha definito il film come "un adattamento che si impronta sulla storia del libro" piuttosto che una classica trasposizione, perché ha dichiarato che la sua intenzione era soprattutto quella di riuscire a catturare la "natura sognante" del romanzo e le sensazioni che gli aveva suscitato durante la lettura.
Il ruolo della protagonista, Lena, è stato affidato al premio oscar Natalie Portman.
Più volte, la natura del film di per sé, ha portato i produttori e gli esperti a chiedersi se il tutto non sia risultato troppo cervellotico, intellettuale e complicato, per riscuotere il giusto successo, nonostante la pellicola sia stata comunque acclamata dalla critica e abbia ottenuto discreti risultati.


Una piccola curiosità: sapevate che negli USA, il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati dagli adulti per la presenza di scene violente, sanguinolente e linguaggio e contenuto espliciti? Non so a voi, ma tutte queste premesse mi hanno messo una voglia pazzesca di vederlo! Io adoro i film complicati e per niente semplici da comprendere... sembra proprio pane per i miei denti.

CALENDARIO TAPPE & CONTENUTI
9 Maggio Introduzione e iscrizioni
Dal 9 al 24 Maggio | Iscrizioni aperte
» 20 Maggio Inizio prima tappa con post dedicato «
Dal 20 al 26 Maggio | Prima tappa: Parte 1 - Parte 2
27 Maggio Post dedicato alla prima tappa e inizio seconda
Dal 27 Maggio al 3 Giugno | Seconda tappa: Parte 3 - Parte 4
3 Giugno Post dedicato alla seconda tappa e inizio terza
Dal 3 al 10 Giugno | Terza tappa: Parte 5
10 Giugno Post dedicato alla terza tappa e conclusione GDL

Bene lettori, per oggi è tutto! Spero di essere riuscita a incuriosirvi ancora di più e a farvi venire voglia di iniziare subito la lettura. Trovate il calendario tappe sempre aggiornato alla pagina GDL dal menù di navigazione in alto. Vi do appuntamento a domenica prossima, con il commento delle prime due parti del libro. Alla prossima!

9 commenti:

  1. Sono curioso, perché il film di Garland - che so essere comunque diversissimo - mi ha stranito e affascinato molto, nonostante sia piuttosto conclusivo. Magari, all'Area X, ci rifarò un giro su carta a mio rischio e pericolo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendo il tuo parere allora :D io non ho guardato il film per non farmi influenzare... ma ho le aspettative alle stelle!

      Elimina
  2. Lettura iniziata nn vedo l'ora di commentare insieme! Anche io non ho visto il film per non influenzarmi!😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non vedo l'ora che mi arrivi il libro u.u l'ho ordinato su Libraccio (ma nuovo)=insieme a un altro usato... e mi tocca aspettare che reperiscano l'usato per mandare avanti la spedizione Y-Y

      Elimina
  3. Bene, bene, non vedo l'ora di iniziare! Il film mi è piaciuto molto ed è stato proprio grazie a lui che ho acquistato il libro, dicono sia molto diverso ma l'atmosfera merita!

    RispondiElimina
  4. Spero di riuscire a seguire il gruppo di lettura! ^_^

    RispondiElimina
  5. L'incipit mi incuriosisce molto. Ancora non ho iniziato a leggere il libro e non ho visto il film. Per me è tutto nuovo! Spero tanto di riuscire a seguire le varie tappe. A presto!

    RispondiElimina
  6. L'ho appena iniziato e già mi ha conquistato lo stile e i piccoli strani dettagli che l'autore ci sta seminando qua e là...

    RispondiElimina
  7. Io ho visto il film (senza aver letto i libri) 🙋 soprattutto perché ho letto dei commenti che ne parlavano piuttosto negativamente (anche) per il fatto che fosse diverso dal romanzo, e nulla, ne sono rimasta incuriosita. L'ultima parte mi ha messo un'ansia assurda ma mi è piaciuto molto, in particolare le scene in cui si "esplora" la natura dell'Area X.

    RispondiElimina