venerdì 15 giugno 2018

Mare di libri 2018 (Rimini 15-16-17 giugno) - Festival dei ragazzi che leggono

0 commenti
Buongiorno lettori, come state? Finalmente è arrivato giugno e di solito, ogni anno, per me giugno significa una cosa ben precisa: Mare di libri! Ancora una volta dunque eccomi qui a parlarvi del festival dedicato ai ragazzi che leggono, che ogni anno porta in Italia molti degli autori di romanzi per ragazzi più amati. Quest'anno si terrà come sempre a Rimini il 15, 16 e 17 giugno, ovvero proprio questo weekend.


L'anno scorso (QUI il post di recap e QUI il post dedicato alle interviste) ho avuto modo di fare una full immersion nel festival: insieme ad altre colleghe e amiche blogger ho intervistato ben tre autrici e ho partecipato a un sacco di incontri.
Quest'anno, un po' perché sono stata troppo presa da un po' di questioni personali, un po' perché non ho avuto molto tempo, non ho avuto modo di esplorare e scoprire appieno i romanzi e gli autori protagonisti di questa edizione come ho avuto modo di fare per le edizioni precedenti, però ho deciso di andare comunque al festival e di godermi un po' tutto sul momento, insieme alla solita bella compagnia, senza fare troppi programmi. Per cui, se qualcuno di voi ci sarà e ha voglia di fare quattro chiacchiere, io sarò presente questa domenica.

Come di consueto, vi riporto di seguito un riassunto del programma di quest'anno, con particolare attenzione sugli eventi che hanno maggiormente attirato la mia attenzione.

venerdì 15 giugno
Ore 16.30 Museo della città, Sala del giudizio
Incontro con Giuseppe Festa intervistato dai ragazzi del gruppo 7 minuti
Autore di Cento passi per volare e La luna è dei lupi

Ore 18.30 Cortile della Biblioteca Gambalunga
Incontro con Allan Stratton intervistato da Chiara Codecà
Autore di Un viaggio chiamato casa e La casa dei cani fantasma.

giovedì 14 giugno 2018

GDL "Annientamento" Jeff Vandermeer
~ Conclusione

9 commenti
Buonasera lettori, come state? Scusate tantissimo per il ritardo con cui sto pubblicando questo post, ma purtroppo in questo periodo ho davvero una marea di pensieri per la testa e tendo a perdermi le cose per strada qua e là. Non mi era mai capitato di non essere in linea con qualche calendario eventi del blog, dal 2012 a questa parte, ma c'è sempre una prima volta a quanto pare! Spero comunque che abbiate ancora voglia di discutere insieme del finale del libro: la parte indubbiamente più intrigante.

RECAP PARTE 5
Come unica sopravvissuta della sua spedizione, la biologa si prende del tempo per analizzare i campioni raccolti durante l'esplorazione e fa delle scoperte a dir poco incredibili riguardo alla vera natura dell'Area X. Non appena si appresta a leggere il diario del marito, scopre che ha scritto l'intero resoconto rivolgendosi niente meno che a lei. La biologa ha così la conferma che quello che è tornato a casa da lei non era davvero suo marito, ma una sorta di sosia plasmato a sua immagine e somiglianza. Dopo che l'esplorazione di cui suo marito faceva parte non è andata a buon fine, quest'ultimo ha infatti deciso di continuare a esplorare l'Area X e di spingersi oltre il confine.
La biologa, spinta da una forte sensazione di richiamo, decide infine di scendere un'ultima volta nella Torre per avere un incontro vero e proprio con lo Scriba, che però si rivela per lei quasi fatale. Mentre riesce a riemergere e a fuggire, si accorge che dietro allo Scriba è in qualche modo intrappolato il vecchio guardiano del faro. Ormai radicalmente cambiata per via della contaminazione, la biologa sceglie a sua volta di non tornare a casa e di continuare a esplorare l'Area X, nella speranza di trovare, insieme a qualche riposta, anche delle tracce di suo marito.

lunedì 4 giugno 2018

Recensione "Collezione privata" Eveline Durand

13 commenti
Buongiorno lettori, come state? Fa già molto caldo dalle vostre parti? Io sono ben felice di passare la maggior parte della giornata in ufficio, dove l'aria condizionata riesce a darmi un po' di sollievo!
Ad ogni modo, proprio in occasione della sua uscita ufficiale, oggi vi parlo di Collezione privata di Eveline Durand, uno steampunk davvero particolare che, parola mia, ha sicuramente le carte in regola per conquistare molti di voi.



Collezione privata
Eveline Durand
Editore Delrai Edizioni ● Pagine 498
Cartonato N/D ● Brossura € 16,50 ● Ebook € 3,99
Trama: Julian West Johanson è un medico dall’ego spropositato e uno scienziato eccezionale: nel giardino della sua enorme tenuta ama collezionare creature particolari. Non animali normali, ma esseri prima congelati in celle dalla tecnologia all’avanguardia, nei tempi difficili in cui l’imperatrice Cristine De Mustang non permette agli abitanti di muoversi nei cieli e in modi rapidi via terra. Amante delle aste clandestine, Julian rimane stupito alla vista di una cella criogenica di insolita fattura, che appartiene a un periodo passato, e ancora di più dal suo contenuto: una donna, dall’identità ignota. Sconvolto dalla dubbia moralità della vendita, il suo migliore amico Romery non perde tempo e inizia a fare offerte per un “oggetto” tanto raro, aggiudicandosi la ragazza addormentata con i soldi della famiglia Johanson. A questo punto non gli rimane altra scelta che portare la sconosciuta con loro. Una storia originale che evoca atmosfere steampunk dai misteri irrisolti, dalle passioni irresistibili, scritta dalla penna magnetica dell’autrice Eveline Durand. Quando non ricordi più chi sei, l’unico obiettivo è capire a chi appartieni.


Recensione
Julian Johanson è un ricco e sprezzante dottore e scienziato, egoista e megalomane, insegna all'università e dedica tutto il suo tempo libero alla sua personale e bizzarra collezione privata di bestie rare. In un'ala del suo imponente maniero, tiene in custodia diverse creature dalla natura piuttosto stravagante: ibridi creati in laboratorio, piccoli e feroci pachidermi con sei occhi, animali in via d'estinzione e di valore inestimabile.

Durante un'asta clandestina, a cui Julian partecipa nella speranza di scovare nuovi gioielli per la sua collezione, accade però l'impensabile: dentro ad una delle celle criogeniche che vengono esposte all'attenzione degli acquirenti, non c'è nessun tipo di strano animale, ma una ragazza sconosciuta, dotata di un'irresistibile e ipnotica bellezza.