mercoledì 20 giugno 2018

Recensione "Annientamento" Jeff Vandermeer

3 commenti
Buongiorno lettori, come state? Ultimamente mi sono un po' eclissata, come capita spesso d'estate, infatti di sicuro prossimamente il blog si prenderà una bella pausa estiva. Ad ogni modo, venendo a noi, oggi ho deciso di tenervi compagnia parlandovi di Annientamento di Jeff Vandermeer, il romanzo letto insieme con il gruppo di lettura.



Annientamento
Jeff Vandermeer
Editore Einaudi ● Pagine 182
Cartonato € 16,00 ● Brossura N/D ● Ebook € 7,99
Trama: Per trent'anni l'Area X - un territorio dove un fenomeno in costante espansione e dall'origine sconosciuta altera le leggi fisiche, trasforma gli animali, le piante, sembra manipolare lo stesso scorrere del tempo - è rimasta tagliata fuori dal resto del mondo. La Southern Reach, l'agenzia governativa incaricata di indagarne gli enigmi e nasconderla all'opinione pubblica, ha inviato numerose missioni esplorative. Nessuna però è mai tornata davvero dall'Area X: chi, inspiegabilmente, ricompariva al di qua del confine era condannato a un destino peggiore della morte. Questa volta, però, sarà diverso: la dodicesima missione è composta unicamente da donne. Quattro donne che non conoscono nulla l'una dell'altra, nemmeno il nome - sono indicate con la funzione che svolgono: l'antropologa, la topografa, la psicologa e la biologa - accettano di partecipare a un viaggio che assomiglia molto a un suicidio. Cosa le ha spinte a imbarcarsi in una missione tanto pericolosa? La biologa spera di ritrovare il marito, uno dei membri dispersi della spedizione precedente. Ma forse cerca anche di fuggire dai suoi fantasmi. E le altre? Cosa nasconde la psicologa, ambigua leader del gruppo? Quando le quattro esploratrici incappano in una strana costruzione mai segnalata da nessuna mappa, capiranno che fino a quel momento i disturbanti misteri dell'Area X erano stati appena sfiorati.


Recensione
Cinque donne volontarie, scienziate con diverse specializzazioni, vengono mandate in esplorazione dall'agenzia governativa Southern Reach all'interno dell'Area X, un luogo avvolto nel mistero, in cui le leggi della natura agiscono in modo diverso da quello universalmente conosciuto. Ufficialmente, lo scopo della spedizione è quello di raccogliere dati e informazioni, ma fin dal principio le esploratrici si rendono conto che niente è quel che sembra e che l'Area X è un posto al di fuori di ogni logica, capace di annientare le certezze e disturbare profondamente.

Annientamento, primo romanzo della TRILOGIA DELL'AREA X nella sua brevità ed essenzialità, è quello che possiamo definire una sorta di preludio. L'autore introduce il lettore all'interno di questa "zona" enigmatica e bizzarra, distribuisce informazioni con gran parsimonia e semina invece domande e misteri come se stesse arando un campo intero in preparazione all'arrivo della primavera.

La biologa, protagonista e voce narrante, si dimosterà un personaggio forte e caparbio, controverso e senza peli sulla lingua, capace di mostrare al lettore l'Area X attraverso un filtro accattivante e magnetico. Arrivata nell'Area X per scoprire di più su cosa è realmente accaduto al marito, membro della spedizione precedente alla sua, non si tirerà indietro di fronte a nulla e a nessuno.

Jeff Vandermeer è stato indubbiamente magistrale nel raccontare questa storia. Per tutta la narrazione non si può che rimanere incollati alle pagine, affascinati e intimoriti, con la voglia di andare sempre oltre, per scoprire la verità, pagina dopo pagina.

Annientamento si è dimostrato un bel romanzo, capace di intrattenermi a dovere, a lettura ultimata però, sono arrivate altre domande, di natura completamente diversa dalle precedenti. Ad esempio, a parte l'intrattenimento puro vero e proprio, cos'altro è stato capace di regalarmi questo libro? Purtroppo non sono riuscita a trovare una risposta degna di essere definita tale.
Non è semplice esprimere il mio punto di vista, ma ho come l'impressione che questo romanzo sia in bilico: potrebbe essere allo stesso tempo sia il principio di una serie bellissima, che quello di una serie inconsistente e non particolarmente degna di nota. Temo però, che la verità la scoprirò soltanto leggendo i volumi successivi. Una cosa comunque è certa: questo è senz'altro pane per i denti degli amanti della fantascienza.


venerdì 15 giugno 2018

Mare di libri 2018 (Rimini 15-16-17 giugno) - Festival dei ragazzi che leggono

1 commenti
Buongiorno lettori, come state? Finalmente è arrivato giugno e di solito, ogni anno, per me giugno significa una cosa ben precisa: Mare di libri! Ancora una volta dunque eccomi qui a parlarvi del festival dedicato ai ragazzi che leggono, che ogni anno porta in Italia molti degli autori di romanzi per ragazzi più amati. Quest'anno si terrà come sempre a Rimini il 15, 16 e 17 giugno, ovvero proprio questo weekend.


L'anno scorso (QUI il post di recap e QUI il post dedicato alle interviste) ho avuto modo di fare una full immersion nel festival: insieme ad altre colleghe e amiche blogger ho intervistato ben tre autrici e ho partecipato a un sacco di incontri.
Quest'anno, un po' perché sono stata troppo presa da un po' di questioni personali, un po' perché non ho avuto molto tempo, non ho avuto modo di esplorare e scoprire appieno i romanzi e gli autori protagonisti di questa edizione come ho avuto modo di fare per le edizioni precedenti, però ho deciso di andare comunque al festival e di godermi un po' tutto sul momento, insieme alla solita bella compagnia, senza fare troppi programmi. Per cui, se qualcuno di voi ci sarà e ha voglia di fare quattro chiacchiere, io sarò presente questa domenica.

Come di consueto, vi riporto di seguito un riassunto del programma di quest'anno, con particolare attenzione sugli eventi che hanno maggiormente attirato la mia attenzione.

venerdì 15 giugno
Ore 16.30 Museo della città, Sala del giudizio
Incontro con Giuseppe Festa intervistato dai ragazzi del gruppo 7 minuti
Autore di Cento passi per volare e La luna è dei lupi

Ore 18.30 Cortile della Biblioteca Gambalunga
Incontro con Allan Stratton intervistato da Chiara Codecà
Autore di Un viaggio chiamato casa e La casa dei cani fantasma.

giovedì 14 giugno 2018

GDL "Annientamento" Jeff Vandermeer
~ Conclusione

9 commenti
Buonasera lettori, come state? Scusate tantissimo per il ritardo con cui sto pubblicando questo post, ma purtroppo in questo periodo ho davvero una marea di pensieri per la testa e tendo a perdermi le cose per strada qua e là. Non mi era mai capitato di non essere in linea con qualche calendario eventi del blog, dal 2012 a questa parte, ma c'è sempre una prima volta a quanto pare! Spero comunque che abbiate ancora voglia di discutere insieme del finale del libro: la parte indubbiamente più intrigante.

RECAP PARTE 5
Come unica sopravvissuta della sua spedizione, la biologa si prende del tempo per analizzare i campioni raccolti durante l'esplorazione e fa delle scoperte a dir poco incredibili riguardo alla vera natura dell'Area X. Non appena si appresta a leggere il diario del marito, scopre che ha scritto l'intero resoconto rivolgendosi niente meno che a lei. La biologa ha così la conferma che quello che è tornato a casa da lei non era davvero suo marito, ma una sorta di sosia plasmato a sua immagine e somiglianza. Dopo che l'esplorazione di cui suo marito faceva parte non è andata a buon fine, quest'ultimo ha infatti deciso di continuare a esplorare l'Area X e di spingersi oltre il confine.
La biologa, spinta da una forte sensazione di richiamo, decide infine di scendere un'ultima volta nella Torre per avere un incontro vero e proprio con lo Scriba, che però si rivela per lei quasi fatale. Mentre riesce a riemergere e a fuggire, si accorge che dietro allo Scriba è in qualche modo intrappolato il vecchio guardiano del faro. Ormai radicalmente cambiata per via della contaminazione, la biologa sceglie a sua volta di non tornare a casa e di continuare a esplorare l'Area X, nella speranza di trovare, insieme a qualche riposta, anche delle tracce di suo marito.